(segue) … La Città Metropolitana di Torino

Condividi le idee
Print Friendly, PDF & Email

statuto

Nei giorni scorsi già avevamo inteso aderire alla consultazione per la revisione della bozza di ‪#‎Statuto della novella ‪#‎CittaMetropolitana di ‪#‎Torino.

Intendimento che abbiamo espresso con un post pubblicato già prima della scadenza fatidica del 5 marzo 2015.

Post che nel corso dei giorni successivi ha però suscitato ulteriori spunti.

Alla scadenza abbiamo dunque trasmesso le Nostre proposte aggiungendo agli argomenti già pubblicati ulteriori due proposte emendative ad articoli della bozza in discussione che, volentieri, trascriviamo ora di seguito, per condividerli.

Art. 6 Rapporti europei e internazionali

1. La Città metropolitana di Torino concorre al processo di integrazione economica, sociale, culturale e politica con le città e le aree metropolitane europee e del mondo. A tal fine:

a) concorre alla costruzione di reti di relazioni con le altre Città e aree metropolitane mondo dell’Unione Europea e promuove forme di coordinamento tra le stesse;

b) supporta il territorio nella partecipazione alle reti e ai progetti europei e ai partenariati internazionali.

Alla luce delle

  • proposte di revisione del testo costituzionale in esame al #Parlamento;

  • il particolare momento storico, economico e sociale che l’intero sistema paese sta vivendo, voler concorrere ad attività di integrazione con aree metropolitane “del mondo”,

pensare ai processi di integrazione partendo dall’Unione Europea par già impresa e dovere arduo. Anche per una città così esposta sul piano internazionale quale #Torino.

Art. 7 Pianificazione strategica

1. Il Consiglio metropolitano, sentita acquisito il parere obbligatorio della Assemblea dei Sindaci delle Zone omogenee e della Conferenza metropolitana, forma e adotta il Piano strategico metropolitano triennale. Il Sindaco metropolitano sottopone annualmente al Consiglio metropolitano le proposte di revisione e adeguamento del Piano strategico.

Assolutamente condivisibile la proposta di modifica suggerita prevedendo che venga “acquisito il parere obbligatorio della Assemblea dei Sindaci delle Zone omogenee e della Conferenza metropolitana” e non semplicemente sentita la ‪#‎ConferenzaMetropolitana‬.

Nella più grande #CittaMetropolitana per estensione nonché la varietà di territorio che la caratterizza opportuno senza dubbio rafforzare il ruolo dei Comuni metropolitani nella formazione del Piano strategico.

 

‪#‎puntidivista #Torino ‪#‎agendapolitica

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*